Giampiero è il Fondatore di UTOPIA, Presidente del C.d.A. e Amministratore Delegato.
Avvocato, si è laureato con lode in Giurisprudenza alla LUISS Guido Carli, con specializzazioni in Diritto Societario e Diritto della Negoziazione.
Prima di ideare e fondare UTOPIA, nella XVI Legislatura,  ha svolto il ruolo di consigliere giuridico di un primario Gruppo Parlamentare di maggioranza presso la Commissione Politiche dell'Unione Europea della Camera dei Deputati, svolgendo la propria attività professionale anche presso la COSAC (Conférence des Organes Spécialisés dans les Affaires Communautaires) a Bruxelles.
Nella XIV e XV Legislatura è stato assistente parlamentare al Senato della Repubblica, responsabile dei Public Affairs e Socio Fondatore della Fondazione il Buongoverno.
Queste esperienze gli hanno consentito di approfondire, soprattutto in modo fattivo, la conoscenza del Diritto Costituzionale, del Diritto Parlamentare e del Diritto dell'Unione Europea, materie di cui si occupa tutt'oggi nella sua attività professionale in UTOPIA.
Nel 2005 - 2006 ha lavorato al coordinamento dell'Ufficio Elettorale di un primario Partito politico italiano per l'organizzazione delle elezioni nazionali.
E’ stato organizzatore del Master Universitario di II livello in Diritto Privato Europeo, diretto dal Prof. Guido Alpa, e realizzato in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza” e il Consiglio Nazionale Forense.
E’ Socio Fondatore dell’Associazione “Lo vuole il cuore”, Onlus umanitaria nata su ispirazione del Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, e del famoso attore Lino Banfi.
Siede nel Consiglio Direttivo di INTERSOS, organizzazione umanitaria internazionale che opera in 19 paesi del mondo a favore delle popolazioni in pericolo, vittime di calamità naturali e di conflitti armati.
Ha una grande passione per il tennis e per lo sci, un forte legame con la musica e gli strumenti musicali.
Adora la Divina Commedia.
E’ un inguaribile Utopista.
 
IN UTOPIA DICONO DI LUI:
“Nella vita passata dev'essere stato ingegnere, architetto, giardiniere, interior designer, fashion editor, chef, art director, copywriter... Insomma, non c'è cosa della quale non si occupi”